• 85104 Faliraki
  • +30 2241086084

Proposito dell’isola di Rodi

Rodi è l’ideale per le vacanze al mare e molto altro ancora.

Il centro storico medievale, il porto di Mandraki, l’Acropoli di Lindos, le antiche città di Kamiros e Ialysos, la Valle delle farfalle. Un paesaggio con accattivante, generosa bellezza naturale, una ricca storia e infinite attrazioni fanno di Rodi una delle destinazioni turistiche più popolari in Grecia. Vaste spiagge sabbiose, acque cristalline, castelli e antiche civiltà, ristoranti gourmet e taverne tradizionali che servono specialità locali.

Resort di lusso e villaggi dove le donne cucinano ancora il pane nei forni a legna all’aperto. Un bellissimo mosaico di culture. Una destinazione senza tempo nel Dodecaneso, popolare sin dai tempi dei Romani. Viaggia verso l’isola dei cavalieri, l’isola del mitico colosso di Rodi, l’isola in cui Bizantini, Greci, Veneziani e Turchi rasciarono qualcosa per essere ricordati. Qui l’Egeo incontra il Medio Oriente, una delle mete turistiche più famose e ambite in Europa.

OTTIENI IL 15% DI SCONTO quando prenoti online
BOOK NOW

Cosa guardare

Dai grandi maestri alla via dei cavalieri

La strada più famosa della Città Vecchia di Rodi è la Via dei Cavalieri, restaurata proprio come era nel Medioevo. Qui troverai le locande delle Nazioni o delle lingue, o guardie nazionali, che formavano l’Ordine dei Cavalieri. Nel punto più alto della strada c’è un’attrazione significativa: il grandioso castello, il Palazzo dei Grandi Maestri, con le sue enormi torri, ora un meraviglioso museo.

Le Terme di Kalithea Rodi Grecia :

Kalithea si trova a 8Km da Rodi Città sulla costa est dell’isola. La baia di Kalithea era famosa per tanti anni grazie alle terme che provenivano dalle rocce che la circondavano. Nel 1927, durante l’occupazione italiana, si fece uno studio esaustivo delle acque termali. I risultati provarono che quelle acque specifiche di Kalithea hanno una varietà di proprietà importanti e quindi si pensò a sviluppare quella zona. Il famoso architetto Pietro Lombardi fu nominato per pianificare l’istituto termale nel 1928. I piani per le terme di Kalithea furono considerati tra le migliori composizioni architetturali di quei tempi.

L’Acropoli dell’Antica Rodi nella parte alta della città

La collina prese il nome dall’ammiraglio inglese Sir Sydney Smith che aveva installato lì il suo luogo di osservazione nel 1802 per controllare i movimenti della flotta di Napoleone durante la sua guerra con i turchi.

Nella parte alta della collina, verso sud, si erige un gruppo di antichi monumenti. In una vallata naturale troviamo lo Stadio, una costruzione probabilmente del II secolo a.C., ricostruita quasi completamente. Lungo 200 m e largo 35. Oggi giorno, durante l’estate si usa per concerti di famosi gruppi greci e stranieri.

 

Lindos adorabile

L’antica acropoli di Lindos è uno dei santuari più famosi dell’antichità, circondato da mura costruite dai cavalieri, che si ergono a 116 metri sul livello del mare. Qui ammirerai l’imponente tempio dorico di Athena Lindia, costruito nel 4o secolo a.C. Il villaggio di Lindos, costruito su un pendio, è il più attraente e popolare dell’isola. In estate le sue stradine si riempiono di visitatori che balzano da una vetrina all’altra per fare shopping o acquisti di regali, come i famosi piatti decorativi dell’isola. Questa pittoresca destinazione dovrebbe essere sicuramente nella tua lista di cose da fare a Rodi.

Le Sette Sorgenti di Rodi Grecia

Uno dei luoghi più incantevoli a Rodi, le sette sorgenti, offe un paesaggio magico, fresco, una vera oasi, soprattutto nei mesi di grande caldo, circondato da esuberante vegetazione. La valle delle sette sorgenti è ricoperta di enormi platani e pini, e abbonda di sorgenti limpide. Questa zona e le foreste limitrofe sono conosciute per le bellissime passeggiate che offrono. Questo magnifico scenario naturale offe al visitatore un’atmosfera molto rilassante e pacifica, con appunto sorgenti, ponti, ruscelli, fiori, oche e pavoni. Si trova a 27 chilometri da Rodi città, sulla costa est.

 

Monte Filerimos

La collina prese il suo nome da un prete che venne da Gerusalemme nel XIII secolo, portando un’icona della Vergine Santissima, dipinta dall’apostolo Luca. Oggi l’icona è a San Pietroburgo e al suo posto, a Filerimos hanno messo una copia. La chiesetta che costrusse il prete diventò poi una basilica e più avanti, nel XIV secolo, I Cavalieri costruirono San Giovanni, un grande monastero, dedicato alla Vergine Maria, con la bellissima torre campanaria, che potete ammirare ancora oggi.

Il monastero fu distrutto durante l’occupazione turca. Più tardi, gli italiani lo ricostruirono e riprese a funzionare con preti dell’ordine dei Cappuccini. Dietro la chiesa ci sono le celle dei preti, con le mura decorate con mosaici che rappresentano i santi.

OTTIENI IL 15% DI SCONTO quando prenoti online
BOOK NOW

MEDIA GALLERY

There is no selected car class in current office. Please choose another Class!